Aggiornamento 30 ore Biennale

L’OAM ha pubblicato la Circolare n. 19/2014 che detta le nuove regole sulla formazione e l’aggiornamento professionale degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi, pienamente operative a partire dal 1 gennaio 2015.
Ecco le novità:

  • L’obbligo di aggiornamento professionale si intende assolto, per un massimo di 10 ore annue, effettuando corsi di aggiornamento obbligatori previsti per gli iscritti in altri albi, elenchi o registri;
  • Piena equiparazione tra corsi in aula e formazione a distanza (e-learning);
  • Disciplina più rigorosa per i requisiti dei soggetti formatori, per i contenuti dei corsi, per le modalità di erogazione della formazione a distanza e per la valutazione delle competenze acquisite;
  • I corsi di aggiornamento dovranno comprendere moduli generali e di approfondimento e sono state aggiunte, alle materie già obbligatorie in precedenza, la disciplina in materia di protezione dei dati personali, la disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, la tutela dei consumatori e l’organizzazione e il funzionamento dei registri immobiliari.

L’aggiornamento 30h OAM 2019 è un percorso di formazione costituito da 16 corsi, destinato alle persone fisiche iscritte nell’elenco degli Agenti in attività finanziaria, ai soggetti che svolgono funzioni di amministrazione o direzione presso società iscritte negli Elenchi di Agenti e Mediatori ed ai dipendenti e collaboratori delle Società iscritte negli Elenchi stessi di cui si avvalgono per il contatto con il pubblico.

I moduli sono tutti creati nel rispetto della Circolare n. 19/2014 e comprendono:

  • Normativa antiriciclaggio: novità e prassi operativa
  • Trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari
  • GDPR Privacy: principi, adempimenti obbligatori e adempimenti necessari
  • Principi di Cybersecurity
  • ABF: la gestione dei reclami
  • Antiusura e Anatocismo Bancario – Aggiornamento
  • L’Arbitro per le Controversie Finanziarie – Novità
  • La Direttiva 2014/65/UE (MiFID II)
  • La Payments Service Directive 2- PSD2
  • Basamenti di Privacy
  • Tracciabilità dei flussi finanziari
  • Le novità al D.Lgs 231/2001
  • Disposizioni di Banca d’Italia in materia di procedure e organizzazione antiriciclaggio
  • Anagrafe fiscale e tributaria
  • L’Organismo di Vigilanza e la tenuta dell’Albo Unico dei consulenti finanziari
  • Direttiva mutui e la disciplina del credito immobiliare ai consumatori

Ciascuno dei soggetti obbligati all’aggiornamento professionale deve partecipare ad almeno 60 ore di attività di formazione per ogni biennio che decorre per la prima volta dal 1° Gennaio dell’anno successivo all’iscrizione negli Elenchi ovvero dall’instaurazione del rapporto di amministrazione, direzione, dipendenza o collaborazione con l’iscritto. La decorrenza del biennio non si intende interrotta con il cessare del rapporto di amministrazione, direzione, collaborazione o dipendenza per instaurarne uno successivo. In tal caso gli iscritti negli Elenchi, con i quali è stato instaurato il successivo rapporto di amministrazione, direzione, collaborazione o dipendenza, devono verificare il corretto rispetto degli obblighi di aggiornamento professionale biennale in capo agli stessi soggetti. 

Il corso di aggiornamento IFOAP 30 ore 2018 costituisce una annualità nell’ambito del biennio ed è fruibile interamente in modalità e-learning 24h su 24h.

IFOAP garantisce la conformità dei propri corsi e della propria piattaforma a tutti i requisiti previsti dalla Circolare OAM n. 19/2014.

Come fruire correttamente dei corsi

Tutti i nostri corsi vengono tracciati correttamente. Questo significa che l’utente può chiudere la finestra del corso e riprenderlo da dove lo ha lasciato in qualsiasi momento.

Affinchè la fruizione avvenga in maniera corretta non devono verificarsi i seguenti comportamenti:

– problemi di disconnessione
– permanenza all’interno del modulo per un tempo eccessivo rispetto alla sua durata effettiva (es.: permanenza consecutiva di 3 ore su un modulo che dura mezz’ora)
– accesso contemporaneo da altro account (es.: apertura di altre pagine del browser per accedere ai contenuti del corso, login con la stessa utenza in altri dispositivi)
Entrambi gli ultimi 2 comportamenti, secondo regolamenti IVASS/OAM, inficiano la fruizione, pertanto la stessa dovrà essere ripetuta.