Mediatori Creditizi: requisiti obbligatori alla luce del Decreto del 22 gennaio 2014 N. 31 - IFOAP Formazione  

Blog

Mediatori Creditizi: requisiti obbligatori alla luce del Decreto del 22 gennaio 2014 N. 31

La gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2014 ha pubblicato il decreto del 22 gennaio 2014 “attuazione dell’art 29 del D.Lgs, 141/2010, concernente i requisiti organizzativi per l’iscrizione nell’elenco dei Mediatori Creditizi”.

 Il decreto,  composto da 8 articoli, dopo aver precisato che le disposizioni si applicano alle società di mediazione creditizia, stabilisce agli art. 4, 5, 6  i nuovi requisiti e all’articolo 7 le disposizioni transitorie.  Infine l’art. 8 dispone che le società di mediazione creditizia  siano obbligate ad adempiere alle disposizioni entro sei mesi a partire dall’entrata in vigore del decreto attuativo che contenga i limiti dimensionali stabiliti dall’Organismo.

 Particolare attenzione è rivolta al comma 3 dell’art. 4 che stabilisce l’obbligo della società di mediazione, che superi i limiti dimensionali disposti dall’Organismo, di dotarsi di una funzione di controllo interno per la verifica  del controllo e  della regolarità e correttezza dell’operatività.

 L’art. 5 stabilisce le procedure di selezione e di controllo dell’operato di tutti i dipendenti e collaboratori.

 L’art 6 dispone l’obbligo di redigere una relazione  sul rispetto del  disposto del regolamento con motivazioni e delle procedure adottate nell’ambito della trasparenza e correttezza nei rapporti con la clientela.

L’art 7 dispone che in attesa dei limiti dimensionali  dettati dall’Organismo, l’obbligo di costituire la funzione di controllo interno si applica alle società di mediazione che abbiano un numero di dipendenti o collaboratori superiore a 20.

 Emilio Mauro